bruxismo
14 Marzo 2022
bambino dal dentista per un controllo al dente da latte

Ricrescita gengivale, di cosa si tratta?

Spesso i nostri pazienti che soffrono di gengive che recedono ci chiedono dei consigli per la ricrescita gengivale, sia per una questione estetica, sia per migliorare […]
4 Febbraio 2022
bambino dal dentista per un controllo al dente da latte

Dente da latte cariato, come comportarsi?

Un dente da latte che si caria è più frequente di quanto si pensi: purtroppo la dentizione decidua ha uno smalto più sottile e meno resistente […]
30 Dicembre 2021
come-curare-una-gengiva-infiammata

Come curare una gengiva infiammata? Ecco 3 cose da fare

Se ti stai chiedendo come curare una gengiva infiammata, sei nel posto giusto! Un’infiammazione alle gengive spesso causa disagi e fastidi, ecco perché si cerca di […]
 


    Per bruxismo si intende l’abitudine a digrignare i denti, spesso durante la notte, che causa indolenzimento ai muscoli della mandibola e ai denti.


    Ma come si cura il bruxismo? Leggi questo articolo per intero per saperne di più!

     

    Perché curare il bruxismo

    Il bruxismo è un fenomeno molto diffuso: solo nella nostra penisola ne soffrono circa 15-18 milioni di persone, bambini inclusi.

    Come abbiamo detto poco sopra, il digrignamento dei denti, spesso notturno, ma che può capitare anche di giorno, provoca non pochi problemi nei soggetti che ne soffrono. Vediamo assieme quali sono:

    • secchezza delle fauci;
    • dolore ai muscoli della mandibola;
    • affaticamento dei muscoli che servono per la masticazione;
    • mal di testa;
    • erosione dei denti;
    • riposo notturno inadeguato e/o insufficiente.

     

    Ecco perché è molto importante trovare dei rimedi per il bruxismo: dormire bene senza digrignare i denti è possibile!

     

    Le principali cause del bruxismo

    Il digrignamento dei denti può essere causato da diversi fattori, di origine molto diversa tra loro.

    Il primo, più evidente e facile da diagnosticare, è senza dubbio la presenza di disallineamenti e malocclusioni dentali, che portano a un’errata chiusura delle arcate, causando lo sfregamento dei denti tra di loro.

    Le altre cause, invece, non sono direttamente riconducibili al cavo orale, ma possono essere di origine psicosomatica: lo stress, gli stati di ansia, i disturbi emotivi e psicologici possono essere la causa del bruxismo. Nei bambini, inoltre, la presenza di otiti, infiammazioni dell’orecchio, può essere la causa scatenante del digrignamento dei denti, come tentativo, spesso vano e inconscio, di risolvere il dolore.

     

    Come si cura il bruxismo

    In realtà non si può parlare di una vera e propria cura per il digrignamento dei denti: purtroppo, ad oggi, non è ancora noto come curare il bruxismo, ma certamente ci sono alcuni rimedi che aiutano a evitare le conseguenze elencate poco sopra.

    Per evitare che i denti, sfregando gli uni contro gli altri, si consumino, indebolendosi e diventando quindi più soggetti a carie e fratture, è possibile realizzare un bite.

    Si tratta di una mascherina, realizzata in plastica trasparente a partire dal calco dei denti del paziente, che va indossata durante la notte e impedisce ai denti lo “sfregamento”.

    Se il digrignamento notturno dei denti è legato a malocclusioni e/o malformazioni nelle arcate dentali, con il trattamento ortodontico è possibile risolverlo in maniera efficace.

    Se, invece, il bruxismo è causato da uno stato di ansia, può essere risolto proponendo al paziente delle tecniche di rilassamento muscolare, unite al trattamento dell’ansia, origine della patologia, con un terapeuta.

    Ti stai ancora chiedendo come si cura il bruxismo? Non esitare a contattarci, siamo a tua completa disposizione. Puoi chiamarci allo 055 09 46 200 oppure vedere dove siamo e fissare un appuntamento per ottenere tutte le informazioni che desideri.

    6 Dicembre 2021

    Come si cura il bruxismo? Ecco alcuni rimedi al digrignamento dei denti

    Per bruxismo si intende l’abitudine a digrignare i denti, spesso durante la notte, che causa indolenzimento ai muscoli della mandibola e ai denti. Ma come si […]